Storia della Biblioteca di Casumaro

La Biblioteca “Ileana Ardizzoni” di Casumaro nella sua attuale strutturazione è nata da un accordo del 2000  tra il Comune di Cento e l’Associazione di volontari “Biblioteca Ileana Ardizzoni” di Casumaro.

Patrimonio librario
Il patrimonio librario,  di circa  7000 volumi, deriva dalla unificazione dei patrimoni della ex- Biblioteca Comunale di Casumaro e della Biblioteca di Cultura Moderna (di proprietàparrocchiale, fondata nel 1964 dalla Prof.ssa I. Ardizzoni).

Obiettivi dell’Associazione:
rendere la biblioteca un punto di aggregazione sempre più frequentato dai cittadini e specialmente dai giovani, come è sempre stato nei desideri della fondatrice, Ileana Ardizzoni. Un luogo di incontro, dove poter non solo leggere, ma chiacchierare, scambiare idee, coltivare diversi interessi, sfruttare le proprie capacità e competenze per vivacizzare la vita del paese. L’appartenenza alla associazione è volontaria, gratuita e aperta a tutti.

Attività:
Le attività che vengono proposte ogni anno sono di diverse tipologie: iniziative strettamente legate alla lettura, conferenze, presentazioni di libri, serate di lettura, corsi, iniziative turistiche, gite, visite guidate, partecipazione a mostre e eventi vari, attività per bambini (letture, piccoli laboratori, feste) anche in collaborazione con le scuole che ogni anno accompagnano diverse classi in biblioteca.
Attività di educazione al rispetto per l’ambiente es. festa degli alberi con messa a dimora di nuove piante in luoghi pubblici del paese; attività di solidarietà e impegno sociale (la biblioteca fa anche parte del Coordinamento per la pace del cento-pievese,  ha adottato a distanza una bambina etiope e ha partecipato alle attività del Banco Alimentare, dell’AIRC, di Aiutiamoli a vivere e di Amnesty International); attività di intrattenimento es. festa di Halloween, proiezioni ecc..
Attività musicali es. organizzazione di concerti classici, leggeri e rock, attività editoriale e di recupero della storia e tradizioni locali. La biblioteca ha pubblicato già due volumi su aspetti della vita casumarese del passato e pubblica in un libro i 5 racconti vincitori del  “Concorso letterario S. Lorenzo” che organizza annualmente. Realizzazione di mostre fotografiche, documentarie ecc. La biblioteca possiede un notevole patrimonio di vecchie immagini della vita del paese e di strumenti dei lavori del passato. Attività di coordinamento delle Associazioni casumaresi  ad es cura il programma diattività natalizie.

Sede: Casumaro – Piazza Donatori di Sangue 1

Recapiti: bgp@unife.it oppure biblioteca@casumaro-fe.it / tel: 347 6848246

Orari di apertura della Biblioteca: è’ aperta tutto l’anno la domenica mattina e il mercoledì pomeriggio, in altri giorni su richiesta (es. per le classi delle scuole) e in occasione delle diverse attività che si svolgono presso la sede.

I nostri concorsi attivi:

ELENCO DEI VIAGGI IN FASE DI ORGANIZZAZIONE:

Ciascuna gita sarà pubblicizzata con un volantino, circa un mese prima della sua realizzazione: solo da quel momento sarà possibile riservare posti venendo a iscriversi in biblioteca negli orari di apertura (la Domenica dalle 10.30 alle 12.00) e versando la quota stabilita.  E’ obbligatorio per tutti i gitanti fare la tessera annuale del 2018 della biblioteca (5 euro per tutto l’anno). Per leggere l’opuscolo informativo clicca sulla scritta maggiori informazioni ove presente.

Domenica 10 marzo : Villa Reale di Monza. Una delle ville reali più belle d’Europa, il cui parco è più grande di quello di Versailles, con la quale gareggia in bellezza: la Reggia di Monza, è una magnifica residenza sabauda. Capolavoro neoclassico realizzato dagli Asburgo nel XVIII secolo, durante la dominazione austriaca, divenuta palazzo reale con Napoleone e residenza estiva dei Savoia.

Domenica 14 aprile: Certaldo e San Giminiano. Certaldo è un Borgo medievale tra i più suggestivi della toscana e della Val D’Elsa, ha conservato un’atmosfera magica d’altri tempi. Certaldo è famosa per aver dato i natali a G.Boccaccio. Visitare San Gimignano significa immergersi completamente nell’atmosfera di un borgo trecentesco; il suo aspetto infatti è rimasto per lo più intatto. Il tratto caratteristico di questo paese  sono le  spettacolari e inconfondibili torri che dominano il paesaggio.

Dal 9 al 12 Maggio: Le meraviglie della Sicilia barocca:  Siracusa, Noto, Modica, Ragusa, Scicli. Dal 2002 otto città del Val di Noto, sono state inserite dall’Unesco tra i siti Patrimonio dell’Umanità con specifiche motivazioni che richiamano il loro splendido esempio di barocco che rende unici i suoi monumenti. Paesi, borghi marinari, piccoli centri rurali e caratteristiche frazioni di campagna punteggiano il nostro viaggio nel comprensorio del Val di Noto, alla scoperta della Sicilia minore. MAGGIORI INFORMAZIONI

Domenica 29 Settembre: Chioggia e Sottomarina Chioggia è una popolosa e vivace città marinara. Presenta una struttura originalissima, e sue calli, tutte perpendicolari alla piazza, suggeriscono la classica immagine della lisca di pesce. Da questa particolare conformazione deriva il soprannome di “Piccola Venezia”.

Domenica 10 Novembre: Brisighella  Sagra della pera volpina e del formaggio stagionato. La sagra è un originale mercato dei frutti autunnali e dei prodotti tipici della collina, dove la regina e il re della giornata saranno la pera volpina, che si abbina perfettamente con il formaggio stagionato.